Sei vittima di un

incidente stradale?

AFFIDATI AD UNO

STUDIO LEGALE SPECIALIZZATO

CHIAMA ORA

011 76 54 657

RISARCIMENTO DANNI SINISTRO STRADALE

STUDIO LEGALE SPECIALIZZATO IN RISARCIMENTI

Tipologie di risarcimento Stradale

  • IP: invalidità permanente: consiste nella diminuzione della capacità fisico-biologica del danneggiato, ed è espressa in punti percentuali.
  • ITT: invalidità temporanea totale: coincide con il periodo successivo all’incidente, in cui il danneggiato è impossibilitato a svolgere autonomamente le funzioni vitali di base.
  • ITP: invalidità temporanea parziale: si suddivide in massima, media e minima e coincide con il periodo in cui le funzioni vitali sono parzialmente limitate.
  • Danno esistenziale: comprende il danno morale ed il danno da sofferenza psicologica subita dalla vittima.
  • Danno da morte: lesione del bene vita della vittima primaria e lesione del rapporto parentale con le vittime secondarie (stretti congiunti).

avvocato incidente stradale

Auto

Moto

Bicicletta

monopattino

Monopattino

Pedone

Lo sapevi che..

È possibile recuperare tanto i danno materiali patiti dalle cose quanto i danni subiti dalle persone coinvolte e dai loro stretti congiunti???

RISARCIMENTO DANNI INCIDENTE STRADALE

PERCHÉ AFFIDARSI AD UN AVVOCATO SPECIALIZZATO?

Affidarsi alle assicurazioni

Rapporto sinistri/premi: le compagnie assicurative operano sempre un bilanciamento tra i sinistri che pagano e i premi che incassano, non guardando la reale entità degli interessi della vittima.

Medici fiduciari: nel quantificare il danno le compagnie assicurative giocano tendenzialmente al ribasso attraverso medici legali che attribuiscono punteggi minori al danno subito.

Concorso colposo del danneggiato: per diminuire il risarcimento le compagnie tendono a ricercare una colpa della vittima nel verificarsi dell’evento.

Perché affidarsi ad un avvocato esperto di settore

L’avvocato è svincolato dal rapporto sinistri/premi e ricerca unicamente il vero interesse della vittima.

Il bravo avvocato suggerisce sempre alla vittima di espletare visita medico legale di parte prima di farsi vedere dal medico legale fiduciario della compagnia assicurativa.

Attraverso l’ausilio di tecnici l’avvocato cerca di ricostruire la dinamica in modo da escludere ove possibile il concorso colposo del danneggiato.

011 76 54 657

Chiama subito per ricevere una nostra consulenza

Avvocato Stefano Fernando Mimmo

Danno alla Persona, Diritto delle Assicurazioni

Leggi su di me

avvocato torino

QUALI SONO I DANNI RISARCIBILI?

  1. lesioni fisiche o psichiche temporanee e permanenti (danno biologico)
  2. danneggiamenti al veicolo e/o ad altri beni (danno patrimoniale)
  3. danni alle spese di cura ed assistenza medica
  4. danni patrimoniali conseguenti al mancato guadagno nel corso della convalescenza od alla perdita definitiva del posto di lavoro
  5. danni morali
  6. danni conseguenti al decesso (vittima d’incidente stradale)
  7. danni collaterali subiti dagli stretti congiunti della vittima

PERCHÉ SCEGLIERE MeA LEX

MeA LEX é da sempre garanzia di serietà, professionalità e attenzione alle esigenze del Cliente.

ECCELLENZA

Ci occupiamo esclusivamente di specifici settori, offrendo garanzia di professionalità e eccellenza

ETICA

Abbiamo particolare riguardo alle esigenze del cliente, non solo quelle economiche, ma anche relative alla propria serenità personale

COMPETENZA

Ci avvaliamo anche di fisiatri, fisioterapisti, medici legali, ingeneri specializzati nella ricostruzione della dinamica

logo

 

 

Sono rimasto vittima di un investimento da parte di un automobilista, riportando gravissime lesioni con postumi permanenti invalidanti. Lo studio mi ha fatto ottenere un congruo risarcimento non solo alla mia persona ma altre sì ai miei familiari, che mi hanno accompagnato nel mio percorso, consiglio

Marco

Mia moglie è rimasta uccisa in un incidente stradale, lo studio è riuscito a far ottenere un ottimo risarcimento non solo a me e hai miei figli ma addirittura ai genitori di mia moglie, consigliato

Anonimo

TELEFONO

011 76 54 657

E-mail

segreteria@mealex.eu

Dove siamo

Corso Ferrucci 71/d Torino

RACCONTACI IL TUO CASO


Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196

Domande frequenti

Sono stato investito come pedone da un automobilista, quali danni posso chiedere?

Può richiedere sia i danni fisici (danno biologico), sia le spese mediche sostenute per le cure sia il c.d. “danno esistenziale”, ossia il complesso dei danni morali, relazionali ed emotivi che sono conseguenza dell’investimento

A chi devo chiedere i danni? È opportuno muoversi solo in ambito civile o anche penale?

Se l’investimento non è avvenuto in itinere, dovrà chiedere i danni sia all’assicurazione dell’automobilista che all’automobilista stesso, anche se pagherà poi l’assicurazione. A volte, soprattutto in caso di danni molto gravi, è consigliabile utilizzare lo strumento penale.

Cosa significa “in itinere”?

Significa che l’investimento è avvenuto mentre il danneggiato si recava al lavoro, ossia se stava percorrendo la strada che normalmente fa per recarsi al lavoro. Bisogna fare molta attenzione prima di protocollare un sinistro come “in itinere”, perché se il danno biologico supera i 15 punti percentuali l’INAIL incassa subito tutti i soldi dall’assicurazione del responsabile, e poi lì dá al danneggiato attraverso una rendita mensile.

Se il soggetto che mi ha investito aveva l’assicurazione scaduta, o non si è fermato, o non aveva l’assicurazione, posso comunque chiedere i danni?

Sì, perché in quel caso interviene il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS) a pagare il danno.

Oltre a me che sono stato investito, ci sono altri soggetti che possono chiedere il risarcimento?

Sì, in particolare tutti i soggetti che con il danneggiato hanno un rapporto stretto e costante, anche non di parentela. Quindi oltre ai genitori o ai figli, anche la fidanzata/il fidanzato hanno titolo per richiedere il danno;

In cosa consiste questo danno che possono chiedere i miei stretto congiunti?

Consiste nella lesione del normale fluire del rapporto con il danneggiato che ha causato l’incidente. Se per esempio l’investito è stato un mese in ospedale a seguito dell’incidente, il congiunto ha diritto a chiedere un autonomo risarcimento per il fatto che non ha potuto godere della compagnia della persona che normalmente vede quotidianamente.