Quando può essere utile

Richiedere una consulenza legale online consente di avere in tempi brevi un parere legale scritto su questioni di diritto di famiglia, quali ad esempio separazioni, divorzi, affidamento, tutela dei minori, riconoscimento della paternità, questioni ereditarie etc.

Parimenti forniamo assistenza legale online per problematiche connesse al condominio, rapporti di vicinato, contratti (ad es. un contratto di affitto o un preliminare di compravendita), o in materia di responsabilità civile come ad esempio il risarcimento danni e l’infortunistica stradale.

Il parere legale è sempre motivato con precisi richiami ad articoli di legge ed alla giurisprudenza di merito (Giudice di pace, Tribunale, Corte d’Appello) e di legittimità (Corte di Cassazione).

La consulenza legale può consistere anche nella redazione di lettere, diffide, solleciti di pagamento che spesso consentono di evitare cause lunghe ed onerose per il Cliente.

A volte una “semplice” lettera di intervento inviata ad una assicurazione oppure un sollecito di pagamento a un debitore insolvente risolvono situazioni che potrebbero complicarsi col passare del tempo.

Il parere legale può altresì avere la funzione di aiutare il Cliente nella scelta della strategia migliore o a valutare l’opportunità e la convenienza ad iniziare una controversia davanti al Giudice.

Infine la consulenza si può concretizzare anche nella stesura di accordi tra le parti (es: la separazione consensuale), atti giudiziari o documenti in genere che richiedono cognizioni tecnico-giuridiche specifiche.

L’Avvocato Stefano Fernando Mimmo, titolare dello Studio, ha pertanto deciso di mettere a disposizione il servizio di consulenza legale nella prospettiva di migliorare la qualità della vita di coloro che devono risolvere in tempi rapidi una problematica legale.

Ricorsi per Separazione e Divorzio Online

La separazione consensuale dei coniugi è un accordo che deve essere formalizzato per iscritto in un ricorso da sottoporre al vaglio ed all’approvazione (omologa) del Tribunale. Il ricorso quindi è un atto formale che viene sottoscritto da entrambi i coniugi nel momento stesso in cui raggiungono un accordo sugli aspetti più salienti della loro vita futura come separati, alcuni di natura economica e patrimoniale (casa coniugale, assegno di mantenimento etc.), altri più strettamente attinenti al loro rapporto con i figli (affidamento, orari di visita etc.).

In taluni casi è possibile per i coniugi depositare personalmente il ricorso per separazione nella cancelleria del Tribunale e presenziare all’udienza davanti al Giudice senza l’assistenza del legale. Tuttavia, poiché la redazione del ricorso è un’attività molto delicata che richiede conoscenze tecnico-giuridiche, si consiglia almeno in questa fase la consulenza del legale che possa illustrare ai coniugi le conseguenze di determinate scelte e, se necessario, indirizzarli verso soluzioni più adeguate, soprattutto nell’interesse dei figli minori.

Avvertenze

Lo Studio non effettua consulenze telefoniche.
Saranno prese in considerazione richieste di consulenza inoltrate esclusivamente tramite l’apposito modulo online.
Non si rilasciano consulenze legali gratuite.